Se il raffreddore persiste creandoci fastidi e dolori muscolari con indolenzimento a tutte le articolazioni, la soluzione più frequente è sicuramente quella di affidarsi a farmaci prescritti dal nostro medico curante.

Se però, per un motivo o per l’altro, siamo impossibilitati, a causa ad esempio di allergie, alla somministrazione di medicinali, ricorrere a rimedi omeopatici, ingerendo gocce di composti chimici quasi naturali, può aiutarci a combattere, meglio e non in maniera nociva, la malattia.

Ci riferiamo, nello specifico, all’Aconitum napellus 30CH, utile se assunto entro 24h dalla comparsa di un raffreddore improvviso e violento, sorto in seguito ad esposizione ad un vento gelido oppure per forte shock.

L’Allium cepa 30CH è consigliato quando la secrezione nasale provoca un acuto bruciore alle narici e al labbro superiore. Arsenicum album 30CH, a dispetto del nome, è un composto tutt’altro che velenoso, indicato per evitare brividi freddi lungo la schiena.

Il Kalium bichromicum 30CH, invece, interviene sui seni paranasali, impedendo al raffreddore di evolversi in sinusite. Il Mercurius 30CH ripulisce la patina biancastra della lingua, eliminando il sapore metallico dell’alito.

Infine, il Natrum muriaticum 30CH previene la comparsa di herpes labiali, mentre il Nux vomica 30CH regolarizza la digestione alterata dai disturbi alimentari che incidono, non poco, su una perfetta salute.