Non esistono veri e propri rimedi contro il raffreddore.

Uno dei massimi cultori in questo settore, lo studioso Jack Gwaltney, promuove la somministrazione immediata di due farmaci combinati fra loro ad intervalli di dodici ore.

Nonostante non curino definitivamente il raffreddore, anti-infiammatori non stereoidei, come l’ibuprofene, ed antistaminici soporiferi di vecchia generazione aiutano certamente ad alleviare i dolorosi sintomi della malattia la quale, in fondo, può rappresentare anche, una tantum, la scusa per cullarsi un po’, starsene a letto e dedicarsi, in totale relax, alla lettura di un libro o alla visione di un film.

Una commedia muta, magari, un plot semplice ed ironico, in perfetto stile Groucho Marx la cui battuta recita: «L’ultima volta che sono andato dal dottore mi ha dato tante medicine che, una volta guarito, sono stato male per un mese intero».